MARY VEG

PRESIDENTE

CELL.: 320 4631165

 

Attualmente Istruttore Riabilitatore e Presidente Happydog Scuola Cinofila di professione. Integro le mie competenze in riequilibrio comportamentale, emotivo e energetico  del cane, utilizzando metodi cognitivo-relazionali e metodi olistici (reiki e fiori di bach).

Attualmente vivono con me e la mia famiglia 4 Cani: Alexander, Chèrie, Maya e Bri; 3 gatti: Jackal, Zoey e BJ, il coniglio Minestrone, abbandonato da chissà da chi con le zampe spezzate, e la scoiattolina Peach, trovata ad una settimana di vita.

Dico sempre che i miei animali sono i miei maestri, ma ad un cane in particolare devo la mia attitudine al “grosso, nero e dannato”: Alexander, il mio pastorello problematico.

Da circa due anni mi occupo anche della riabilitazione di cani in canile, ovvero quei cani che sulla porta del box hanno scritto. “ Attenzione, cane aggressivo, vietato l’accesso ai volontari”.

Precedentemente sono stata imprenditrice, ho lavorato nel marketing nel settore dell’arredamento e sono stata volontaria del settore Equidi della LAV ( lega anti vivisezione) occupandomi più che altro di maltrattamenti e della divulgazione.

Ho conosciuto Marica, e mi sono accorta che finalmente c’era qualcuno che aveva le competenze per potenziare e aiutarmi a realizzare le mie idee, è nato così Second Chance for Dogs. Con Elena e Matteo, preziosi compagni di diverse avventure cinofile, abbiamo completato la squadra!


MARICA REBUGHINI

VICEPRESIDENTE – TESORIERE

Sono Ingegnere delle telecomunicazioni, Segretaria Happydog Scuola Cinofila, Operatore Cinofilo e Pet Sitter.

Mamma di due bimbi umani e tre bimbi canidi: Lu e Furbi, due beagles provenienti dai laboratori di vivisezione e Molly, cagnolina (e ottima balia) rifiutata dalla famiglia originaria  perché: “nel nuovo condominio non accettano cani”.

Appassionata del web e fortemente attratta dall’idea di regalare dei momenti felici a chi viene in realtà emarginato dalla società. Infatti, dopo un anno di volontariato in canile mi sono resa conto che i cani con problematiche comportamentali, un passato difficile, e un lungo percorso di riabilitazione davanti, non venivano nemmeno inseriti nelle liste d’attesa.

Dalla vicinanza e dal continuo scambio con Mary, la nascita del progetto Second Chance for Dogs.


ELENA CATTANEO

SEGRETARIA

All’età di 3 anni i miei genitori mi hanno  “regalato” il mio primo amico a 4 zampe. Da allora i cani sono stati una bellissima costante della mia vita.

Nel 2013 ho adottato un cucciolo di cane corso (Golia) e presto ho dovuto fare i conti con un cane di dimensioni e peso importanti, testone, esuberante e NERO.

Tutto questo faceva sì che alle “difficoltà” quotidiane (ammetto: avevo sottovalutato la cosa) si aggiungesse il pregiudizio della gente: “non puoi tenerlo” “è pericoloso” “ma come puoi pensare di farcela?”

A quel punto Golia ed io avevamo 2 possibili strade da percorrere: arrenderci o dimostrare agli altri che si sbagliavano.

Abbiamo deciso di percorrere la seconda: abbiamo scelto la strada meno semplice che ha richiesto tanto impegno e pazienza (io che non ne ho mai avuta!!! ).

Il lavoro che abbiamo dovuto fare è stato tanto ma sicuramente i risultati ci hanno ripagato abbondantemente.

Adesso giro il mondo con un cane grosso, esuberante, testone e NERO!!! Andiamo ovunque ( anche a fare shopping in centro !!!) sempre a testa alta!

#secondchancefordogs … yes we can!!!!


MATTEO SANSOTERA

CONSIGLIERE